APID: RICERCA E STUDIO

Riprendendo la comunicazione in diffusione in questi giorni (a cura di Elena Mignosi, Referente Direttivo Gruppi di Studio):

siamo del parere che per promuovere un cultura diffusa sulla DMT, per approfondire temi per noi rilevanti e per sviluppare percorsi nuovi, sia indispensabile attivare Gruppi di studio e di ricerca. Essi potranno infatti contribuire ad uno sviluppo delle conoscenze, all’individuazione di nuovi campi applicativi della DMT e a conseguire maggiore rilevanza scientifica e maggiore visibilità. Inoltre i dati raccolti potranno essere utilizzati anche per riconoscimento Ministero Salute.

Sul piano interno tali gruppi faciliteranno la conoscenza e comunicazione tra soci di sedi diverse e rinforzeranno la nostra comunità.

Vi invitiamo quindi a individuare campi di studio e di ricerca, a formare nuovi gruppi (indicando anche i referenti) ed a comunicarli alla segreteria e al Direttivo, in modo che possano essere condivisi e resi noti. Sarebbe opportuno inviare, contestualmente un piano di lavoro nel dettaglio contenente anche tempi e proposte di appuntamento, in modo che possa essere pubblicata una call per chi vorrà aderire.

Poiché sono stati costituiti un nuovo Comitato scientifico con esperti di grande valore (individuati per le loro competenze affini ai nostri ambiti di interesse) ed una nuova Commissione ricerca potrete contare sul loro supporto individuando anche dei referenti con cui potere collegarvi.

Di seguito vi comunichiamo la situazione attuale e i nomi e le qualifiche dei componenti del Comitato scientifico e della Commissione ricerca.

Si è concluso il gruppo di studio sui DSA che sta curando una pubblicazione relativa al proprio lavoro con la casa editrice MaGi di Roma

Rimane al momento attivo quello su “Embodiment trauma e resilienza”, di cui sono referenti Elena Rovagnati, Francesca Borghese e Simonetta Cianca.

C’è poi il nascente gruppo sui criteri per individuare gli standard qualitativi per la formazione coreutica di Danza e Movimento proposto da Enrica Ignesti.

Rispetto ai percorsi già svolti e a possibili suggestioni, sarebbe importante riprendere quei progetti di spessore (l’indagine curata alcuni anni fa da Cinzia Saccarotti sullo stato della professione DMT in Italia, il gruppo sull’ Alzheimer, di cui era referente Valentina Bellinaso, il gruppo su “DMT e dipendenze digitali”, seguito da Mila Sanna).

In conclusione ci auguriamo che vi mettiate in contatto tra voi costituendo nuovi Gruppi di studio o riprendendo quelli che erano iniziati, contattando le precedenti referenti sovraindicate) e che ci comunichiate entro il 15 febbraio le vostre proposte.

Ai gruppi nuovi o già esistenti verrà dato uno spazio di comunicazione all’interno del Convegno Nazionale dell’APID che si terrà a Napoli nel prossimo mese di marzo.