REPORT CONVEGNO Napoli, APID SUD

APID BLOG riceve e trasmette da APID SUD questo Report:

Il 23-24 Marzo, nella splendida cornice di una Napoli, di cui non si finisce mai di innamorarsi, nella Sala Consiliare della Città Metropolitana, si è svolto il Convegno Nazionale Apid 2019, dal titolo “Staje ‘mmano all’Arte. Arte come umanizzazione dell’educazione e della cura”.

Presenti, oltre ai numerosi danzamovimentoterapeuti provenienti da tutta Italia, personalità di spicco del mondo accademico, scientifico e clinico, quali: Maria D’Ambrosio, Docente di Pedagogia all’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli; Massimiliano Fiorucci, Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione e Professore di Pedagogia Interculturale all’Università “Roma Tre” di Roma; Rossana Becarelli, Medico Antropologa; Magda di Renzo, Analista Junghiana e Psicoterapeuta dell’Età Evolutiva; Simonetta Graziani, docente di Assiriologia e Storia del Vicino Oriente Antico all’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Le tematiche trattate hanno spaziato dalla Pedagogia interculturale ad una Medicina che si potrebbe dire “antropologica”, dall’arte nella disabilità’ alla ritualità della danza nelle civiltà antiche. Le relazioni, oltre che suscitare grande interesse nella platea, hanno fornito, per il loro valore scientifico, importanti spunti per la formazione di nuovi gruppi di studio e ricerca Apid.

Di notevole interesse i poster presentati, che, per la varietà degli argomenti scelti, hanno dato un’idea della vasta gamma di possibilità che un danzamovimentoterapeuta ha di apportare il proprio contributo nel mondo della disabilità, del disagio psichico, dell’adolescenza e dell’età evolutiva, dell’educazione, ecc.. Utile, poi, lo scambio di esperienze fra colleghi che ne è derivato e che ha contribuito ad un arricchimento reciproco professionale e personale. Grande contributo è stato offerto, inoltre, in seconda giornata, dai workshop esperienziali proposti da alcune colleghe, momento di formazione, di incontro, di interazione e di intensa emozione, come solo chi conosce affondo il mondo della DanzaMovimentoTerapia può comprendere.

Merita una menzione la performance che le danzamovimentoterapeute della neonata sede Apid Sud, insieme con Erica Marino e Manuela Stendardo, hanno preparato in chiusura della prima giornata, in continuità simbolica con l’intervento della Prof.ssa Graziani sulle danze nelle civiltà antiche, in cui il corpo che danza diventa espressione dell’anima. La performance, partendo da una suggestione poetica e coreutica incentrata sulla danza delle mani di donne, si è trasformata in una tammurriata napoletana, sulle note di Enzo Stentardo e la voce di Lello Russo ed, attraverso un brano di Laban a mo’ di trait d’union, la platea è stata coinvolta in una danza travolgente a cui non ha potuto sottrarsi. Così, fra tamburelli e canti folcloristici, si è conclusa la prima parte del Convegno. Era vivo, ormai, in tutti, il senso di appartenenza ad una tribù di cui, in beffa alle distanze geografiche, ci si sentiva intimamente membri.

Ultimo, ma non certo per importanza, si ricorda l’intervento del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che facendo sentire ai presenti la sua reale partecipazione ed il suo sostegno al lavoro del danzamovimentoterapeuta, ha fatto sì che tutti si sentissero un po’ più inorgogliti e fieri di portare avanti questo non sempre agevole impegno.

Doveroso è un ringraziamento alla Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Napoli, Dott.ssa Isabella Bonfiglio, ed agli organi patrocinanti: Regione Campania, Comune di Napoli, Colap, ASL Na 1 Centro, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”, Ordine degli Psicologi della Campania, Ordine Tecnici Sanitari NA-AV-BN-CE. 

Il 23 marzo 2019 in occasione del Convegno Nazionale APID 2019 ‘Staj’ mmano all’arte’ a Napoli, l’Assemblea dei soci ha ufficialmente proclamato la nascita della sede locale Apid Sud (che si estende in Campania, Calabria e Puglia) coordinata dalla Responsabile Romina Tavormina con il supporto della Segretaria Marilena Recchia, con la collaborazione delle seguenti Socie fondatrici Sara Diamare, Stefania Antonicelli, Angelica Bruno,Caterina Calomino, Antonella Costa, Maria Giovanna Mascolo e con il sostegno di Azzurra Carmela Caraci, Erica Marino Alessandra Russo, Manuela Stendardo