Settimana della DanzaMovimentoTerapia 2017. Report

Riceviamo e trasmettiamo il Report della Settimana della DMT APID 2017.

Il quadro generale che ne emerge è di buona salute per la DanzaMovimentoterapia italiana, soprattutto se ad occuparsene sono professionisti APID. Perché il livello è più alto, più consapevole, verificabile, e aperto al confronto con il proprio e gli altrui  settori con cui interagisce.

Dunque che la DanzaMovimentoTerapia sia dei danzamovimentoterapeuti, di chi è altamente formato e sempre più  riconosciuto nel percorso di questa disciplina specifica.

Per il 2018 auguriamo alla DanzaMovimentoTerapia di “scoppiare” di salute in ogni parte della penisola e ai danzamovimentoterapeuti APID di continuare il loro prezioso e qualificato lavoro sul campo!

 

” Dinamica e tenace la DanzaMovimentoTerapia nel panorama nazionale che emerge dalla Settimana della DanzaMovimentoTerapia, svoltasi nella scorso autunno (30 Settembre – 8 Ottobre).

Decine e decine i luoghi protagonisti della SETTIMANA DELLA DANZAMOVIMENTOTERAPIA ITALIANA, nei vent’anni dalla nascita di APID, l’Associazione che ne rappresenta e ne regolamenta la professione.

Piazze, scuole, ospedali, teatri, stazioni, biblioteche, palazzi istituzionali, Case di Cura, Case Famiglia, Comunità, Centri Diurni, Centri Socio – Culturali, Librerie, Centri Commerciali, Scuole d’Arte, di Danza e Teatro e un’infinità di altri luoghi che sono stati coinvolti dal lavoro dei soci APID.

Da Arquata del Tronto a Trento, da Ragusa a Torino, da Reggio Calabria a Milano, da Napoli a Genova, passando per Palermo, Catania, Roma, Livorno, Firenze, Perugia, Monza, Vercelli in un susseguirsi gioioso di province grandi e piccoli, Capoluoghi e non solo, piccoli Centri urbani, paesi, frazioni.

I dati che abbiamo potuto raccogliere sono parziali, ma contribuiscono a fornirci un quadro generale. Svariate sono le iniziative che non hanno presentato report; in particolare dai soci lombardi non ci è purtroppo pervenuto alcun feedback.

Le regioni che per numero di proposte hanno aderito maggiormente a questa seconda edizione di APID SETTIMANA sono, in ordine decrescente: Piemonte, Lombardia, Toscana, Sicilia, Campania, Lazio , Calabria, Liguria.

Le iniziative di cui abbiamo potuto raccogliere dati si sono svolte, in ordine decrescente in: Piemonte, Toscana, Sicilia, Campania, Lazio, Calabria, Liguria.

Documentazione soprattutto fotografica è stata inoltre preparata dai soci e inviata alla Segreteria APID, che ha potuto raccogliere numerose testimonianze da tutto il paese.

Quasi inesistenti gli eventi previsti e non realizzati, buono il NUMERO MEDIO di partecipanti a ogni iniziativa (16).

In ordine decrescente la Campania, la Sicilia, la Toscana, la Calabria contano il numero più alto di partecipanti per iniziativa, che spesso coincide con la realizzazione dell’evento all’interno di Enti misti pubblico – privato, tra cui Scuole, Università, Centri Asl.

L’ETA’ media dei partecipanti è oltre i 30 anni, la fascia d’età prevalente è quella tra i 30 e i 50 anni.

Il GENERE più diffuso è quello femminile, la partecipazione di rappresentanti del sesso maschile avvenuta spesso (e quasi esclusivamente) in ambito scolastico, è da ritenersi statisticamente irrilevante.

I SETTORI maggiormente rappresentati da chi ha preso parte alle giornate sono stati, in ordine decrescente: Socio culturale, Educazione, Formazione, Sanitario, Altro.

Anche in questa edizione si rileva un minor numero di proposte pervenute inerenti interventi su bambini e adolescenti, pre e post nascita, genitori e figli, anziani.

Scarse anche le proposte in ambito artistico – culturale e in costante diminuzione quelle in ambito sanitario.

I MEZZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE utilizzati per ogni singola iniziativa: social, passaparola, contatto personale. 

Gli appuntamenti sono stati in buona parte GRATUITI.

Il numero dei partecipanti attivi alle iniziative si avvicina al migliaio, ma diverse migliaia di persone hanno visualizzato o letto informazioni sulla SETTIMANA DELLA DMT APID, grazie ai canali social di APID e all’attività dei soci.

Numerose le COLLABORAZIONI tra soci e con il mondo del privato sociale (cooperative, associazioni); meno con l’ambito istituzionale e pubblico, soprattutto al centro nord. Tendenza opposta al Sud (Campania, Sicilia, Calabria), ove particolarmente presente è stato il mondo delle istituzioni, in termini di partecipazione anche diretta (con messa a disposizione di strutture e attività di diffusione d’informazioni, patrocini).

Le istituzioni, hanno sovente còlto l’importanza della manifestazione ed hanno patrocinato e spesso supportato fattivamente le iniziative, facendo la differenza in termini di possibilità di coinvolgimento e di inclusione per le cittadine e i cittadini dei loro territori.

La Stampa, ha fatto la sua parte, dandoci buoni spazi in molti territori, soprattutto in Sicilia, Campania, Piemonte, Toscana.

Di seguito riportiamo alcune Istituzioni (con i nomi degli amministratori che hanno deliberato patrocini e partecipazioni attive) e redazioni di organi di stampa che ci hanno pubblicato:

REGIONE CAMPANIA (Vincenzo De Luca)

COMUNE DI NAPOLI (Luigi De Magistris)

CITTA’ DI PORTICI (Vincenzo Cuomo)

CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA (Nicola Irto)

COMUNE DI PALERMO (Leoluca Orlando)

REGIONE LAZIO (Nicola Zingaretti)

COMUNE DI MONZA ( Dario Allevi)

COMUNE DI BOVISIO MASCIAGO (Giuliano Soldà)

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE PSICOLOGI

A.I.Te.R.P. Associazione Italiana Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica Sicilia

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1

ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA CAMPANIA

CENTRO ARTI TERAPIE MILANO

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA (Napoli)

ISTITUO COMPRENSIVO BEATO ANGELICO

UNITA’ FUNZIONALE SALUTE MENTALE (UFSMA) e Coop PAIM Valdera (PI)

 

TORINO.REPUBBLICA

IL MATTINO (Napoli)

PALERMOTODAY

PISORNO (Livorno)

POLITICA FEMMINILE RETE – BLOG NAZIONALE

 

Simonetta Ottone

Referente Direttivo Sezioni Locali