Settimana della DanzaMovimentoTerapia. APID: diffida delle imitazioni.

La DanzaMovimentoTerapia (DMT) è una disciplina che incontra interesse.

L’Associazione Professionale Italiana Danzamovimentoterapia (APID) dal 1997 ne regolamenta l’attività in Italia; APID è stata infatti fondata e costruita dalle prime e dai primi danzamovimentoterapeut* italian* che hanno studiato, applicato e diffuso in questo paese una disciplina nata a partire dagli anni ’40 e ’50 negli Stati Uniti e diffusasi in Sud America e in Europa.

Numerosi sono diventati negli anni i tentativi in Italia di imitare l’approccio di APID, l’ambito di studio, di applicazione; la Formazione in DMT è diventata, da parte di più o meno improvvisate realtà artetirapeutiche, un core business da vendere e commercializzare in ogni modo.

Ma la Storia parla chiaro.

Esistono infatti  “Scuole di DanzaMovimentoTerapia on line”, non ben identificati enti (a cominciare dalla Puglia e dal Sud “abbacinato dal sole”, per finire a Milano e nel nord “che fa business”) che promettono formazioni in pochi incontri, a distanza, con intere sessioni on line avulsE dai contesti, CON “progetti didattici” che già fin dalla presentazione virtuale sono scollati e “costruiti sul potenziale acquirente”, con docenti PROVENIENTI dalle discipline più disparate, CON iter dispersivi e davvero poco incentrati sulle ArtiTerapie in senso professionale. Addirittura, queste realtà autoreferenziali e senza storia si pongono come enti di affiliazione per sedi in tutta Italia.

Arteterapia, quindi DanzaMovimentoTerapia, non è un’attività che confusamente utilizza più ambiti, in un goffo tentativo di multidisciplinarità a buon mercato. Una Formazione seria (formale, non formale e informale) ad opera di Docenti di alto profilo e  riconosciuta da una NORMATIVA NAZIONALE è un processo lungo, che richiede forte esperienza di studio e lavoro in ambito artistico (percorsi professionali o semiprofessionali nella disciplina di vertice), sociale (documentati titoli di studio e formazione nella Relazione di Cura e d’Aiuto), clinico.

Poiché si tratta di una professione delicata e afferente la formazione universitaria di secondo livello o postspecialistica, la Formazione APID viene organizzata come un percorso MASTER nelle scuole italiane riconosciute, che si interfacciano spesso con Università, in linea con ciò che succede in molti paesi europei, ove sono già in atto collaborazioni con le Università.

APID si muove in armonizzazione con la normativa europea, e ha predisposto una uniforme griglia formativa che si attesta nel QUADRO EUROPEO DELLE QUALIFICAZIONI al LIVELLO 7. La L. 4/13 è l’unica legge che disciplina la professione della DMT e APID è l’unica Associazione professionale e di categoria che risponde ai requisiti della legge stessa.

Tutto ciò che esula dalla L.4/13 che disciplina APID e la professione della DanzaMovimentoTerapia, NON E’ DANZAMOVIMENTOTERAPIA.

Non possono regolamentare la nostra professione le leggi regionali – non a caso, ad esempio la Regione Lombardia non riconosce la DMT, ma la Danza Creativa, con un livello di qualificazione estremamente  basso, come lo sono il 4 o il 5 che non richiedono neanche un diploma d’istruzione secondaria di secondo grado, né tantomeno previa esperienza sul campo. Le Leggi regionali hanno tra l’altro un riconoscimento locale, poiché trattandosi di leggi emanate dalle singole Regioni, non danno adito a nessun riconoscimento nazionale (a meno che non vengano apportate modifiche in coerenza con gli effetti della Legge Nazionale).

La L.4/13 agisce nella direzione di qualificare e attestare la qualità del professionista, nell’osservanza del Codice del Consumo.

Rispondiamo quindi con imbarazzo quando in Segreteria APID arrivano “ingenue” domande di affiliazione per studenti usciti da percorsi formativi,che nessuno verifica e che nessuno riconosce. E pensiamo con tristezza ai tanti giovani del sud, ma anche del centro e del nord, che si illudono di poter accedere “velocemente, on line e vicino a casa” ad una qualche opportunità, davvero virtuale.

Per non parlare quindi delle certificazioni CONI o delle certificazioni affiliate ad esso, che si ottengono con qualche decina di ore di formazione in due o tre fine settimana, senza previa esperienza in nessun campo e con un livello d’istruzione corrispondente alle scuole secondarie di primo grado; queste iniziative non tengono purtroppo conto di alcuna categoria storica riguardo la differenza tra discipline sportive, culturali, sociali, e fabbricano brevetti e patentini anche nel campo del movimento corporeo e coreutico, che in periodi di crisi e di involuzione culturale, rappresentano una scorciatoia confusiva nei rapporti tra professionisti, concorrenti improvvisati, committenti.

La normativa italiana, dal caratteristico stile “a maglie larghe”, sembra spesso fatta su misura per creare confusione e aprire spazi speculativi.

La L.4/13 prevede la possibilità di avere una NORMA UNI, di cui APID ha partecipato al tavolo DI STESURA (come referente della DanzaMovimentoTerapia Italiana) per ” i professionisti operanti nel campo delle artiterapie” e che APID prende come base di partenza su un livello di qualificazione EQF 6, per arrivare , come si diceva prima, al 7 ed alla piena possibilità di un più alto e inconfutabile riconoscimento istituzionale a tutti i livelli.

Ciò su cui sta lavorando APID è infatti quella di concedere attestazione di qualità ai suoi soci, attraverso il lavoro con COLAP e MISE, ma non esclude la possibilità di partecipare a nuove iniziative legislative afferenti l’ambito socio – sanitario.

Dunque, che cosa è APID, in cosa si differenzia da altre realtà, qual è il suo fondamento di base. Di seguito una breve sintesi:

“La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità”

OMS, 1948

Questo è ciò cui si riferisce la DanzaMovimentoTerapia APID che può curare ogni tipo di patologia psichica, somatica e relazionale apportando un contributo specifico, o come terapia di supporto e di sostegno o in piena autonomia clinica, laddove il danzamovimentoterapeuta sia anche psicoterapeuta o afferente alla piena titolarità del percorso terapeutico in ambito sanitario.

Sia quando opera all’interno di enti e contesti istituzionali, sia quando opera in ambito privato,  il DMT APID lavora in setting autonomi per quanto concerne la propria disciplina specifica e, se necessario,  muovendosi in èquipe con altre figure terapeutiche di riferimento della persona/utente.

Le nostre e i nostri DanzaMovimentoTerapeut* APID, sono disciplinat* ai sensi di L.4/13.

APID fa parte del  Coordinamento Libere Associazioni Professionali (COLAP), ente riconosciuto dal MISE e di riferimento governativo per le professioni non ordinistiche, relative qualificazioni e attestazioni di qualità.

APID è Full Member di EUROPEAN ASSOCIATION DANCE MOVEMENT THERAPY (EADMT) e perfettamente armonizzata con il quadro e la normativa europea.

http://www.apid.it/scuole-e-formazione/scuole-dmt/